Musei di Chimica

Questa pagina contiene i link alle pagine ufficiali di vari Musei di Chimica, in Italia e all’estero. In fondo contiene anche alcune risorse generali sui Musei di Chimica.

Museo Galileo
   Firenze, Museo Galileo

Sulla scorta di esperienze empiriche e delle notizie tratte dalle opere degli antichi nacque in Toscana, a partire dagli inizi del XVI secolo, una vera e propria scienza della chimica. Per volontà dei granduchi la ricerca teorica fu ben presto applicata a finalità pratiche come la lavorazione del vetro, l’analisi delle acque termali e l’ottimizzazione della produzione agricola.
Sito del Museo https://www.museogalileo.it/it/
Video Sala 17 https://catalogo.museogalileo.it/sala/SalaXVII.html
Il Banco Chimico https://catalogo.museogalileo.it/oggetto/BancoChimico.html
lingua: italiano

 

 

Museo G. Ciamician
 
   Bologna, Museo G. Ciamician

La raccolta, istituita nel 1983 come “Raccolta Museale G. Ciamician”, comprende numerose apparecchiature usate sia per la ricerca scientifica che come ausilio didattico per gli studenti. Le apparecchiature usate ai fini della ricerca datano dall’ultimo decennio del secolo XIX e annoverano polarimetri, spettroscopi, muffole, apparecchiature per l’analisi elementare, polarografi, bilance ecc.
https://sma.unibo.it/it/il-sistema-museale/collezione-di-chimica-giacomo-ciamician
lingua: italiano

 

 

Museo di Chimica Primo Levi
 
   Roma, Museo di Chimica Primo Levi

“Ha l’ambizione di volersi proporre come strumento di formazione e comunicazione al di là della testimonianza storica che rappresenta. Si rivolge ai giovani, a partire da quanti studiano la chimica, ai meno giovani che vogliono avvicinarsi alla nostra affascinante disciplina, con le sue scoperte, le sue sperimentazioni, i suoi strumenti”.
https://web.uniroma1.it/polomuseale/museo-chimica
lingua: italiano

 

 

Museo di chimica dell’università di Genova
 
   Genova, Museo di chimica

Il Museo espone circa 650 oggetti e strumenti scientifici. Di questa collezione fanno parte numerose attrezzature chimiche, impiegate nel campo della ricerca, oppure usate nel corso delle lezioni per esperienze dimostrative. Esse risalgono in parte alla seconda metà del 1800, che vide nascere e prosperare a Genova gli studi universitari in campo chimico, soprattutto per merito di Stanislao Cannizzaro.
https://museodichimica.unige.it/
lingua: italiano

 

 

Museo della Chimica dell’università di Palermo
 
   Palermo, Museo della Chimica

“I pezzi più antichi della collezione risalgono agli anni di Cannizzaro e mostrano come ancora, nella seconda metà dell’ottocento, la strumentazione utilizzata dai chimici, e con la quale essi ottenevano notevoli risultati, fosse piuttosto semplice per non dire rudimentale.”
https://musei.unipa.it/chimica.html
lingua: italiano

 

 

Museo delle arti e dei mestieri, Parigi
sezione A. Lavoisier
 
   Antoine-Laurent de Lavoisier

Il museo ha una sezione dedicata ad Antoine-Laurent de Lavoisier (1743-1794), il padre della chimica moderna. Un percorso storico con gli strumenti che resero famoso il suo laboratorio, installato all’Arsenale, con simulazioni di esperimenti e articoli.
https://www.arts-et-metiers.net/musee/gazometre-de-lavoisier
lingua: francese

 

 

Museo-Archivio D. I. Mendeleev
 
   Dmitrij Ivanovič Mendeleev

Il Museo si trova nell’edificio dei dodici collegi a San Pietroburgo, nell’ex appartamento di Mendeleev, dove lo scienziato ha vissuto e lavorato per più di 20 anni. Nel tour virtuale si possono vedere gli strumenti inventati da Mendeleev per la ricerca meteorologica, tecnico-economica e agricola.
https://english.spbu.ru/about/st-petersburg-university-exhibitions-and-museum-collections/dmitri-mendeleev-museum-and
lingua: inglese

 

 

Museo Liebig
 
   Justus Liebig

Fondato a Gießen, Germania, nel 1920, dedicato al chimico Justus Liebig. Mostra le condizioni di lavoro e gli strumenti di quel tempo nell’ex istituto chimico, in cui Liebig visse e studiò durante il suo periodo come professore all’Università di Giessen dal 1824 al 1852.
Il Museo Liebig è uno dei musei di chimica più importanti del mondo. Nel 2003 è stato nominato sito storico di chimica dalla Gesellschaft Deutscher Chemiker (GDCh), Società Chimica Tedesca.
https://www.liebig-museum.de/
lingua: tedesco

 

 

Musée Curie
 
   Parigi, Musée Curie

Un piccolo ma interessante museo dedicato alla coppia di scienziati premio Nobel per aver scoperto la radioattività, Marie Curie e Pierre Curie. Custode di un patrimonio storico unico al mondo, il museo ripercorre il lavoro e gli studi sulla radioattività della famiglia Curie.
https://musee.curie.fr/
lingua: francese

 

 

Schede dei Musei
 

(Il sito fu creato dal prof. Gianfranco Scorrano, Università diPadova)
Il ruolo dei Musei di Chimica è analogo a quello degli altri musei scientifici: proporre un percorso storico e conservativo mostrando anche gli aspetti inediti e più spettacolari della chimica. I Musei di Chimica si propongono come centri di riferimento nell’educazione chimica, attraverso laboratori, mostre e altre varie attività didattiche. I Musei rappresentano anche il luogo ideale per stimolare il dialogo tra scienza chimica e società.
Il sito mostra i Musei di Chimica presenti in Italia, con gli indirizzi e le mappe per raggiungerli.
http://wwwdisc.chimica.unipd.it/gianfranco.scorrano/pubblica/musei/bibliogr.htm
lingua: italiano

 

 

Musei in Italia

Mappa di google dei musei
https://www.google.com/maps/d/viewer?hl=it&msa=0&z=6&ie=UTF8&mid=1CMmzTum–QtmohxHvp9rPs4oF9g&ll=42.20817648669876%2C12.150879000000032
lingua: italiano

I musei di chimica in Italia e l’immagine dell chimica

VALENTINA DOMENICI * Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale, Università di Pisa. 

Sommario Nei musei scientifici la chimica è piuttosto limitata, se non assente. Ma esistono musei interamente dedicati alla chimica? In Italia ne esistono in tutto una ventina, tra piccoli musei gestiti dalle scuole superiori e collezioni universitarie. Purtroppo, la loro visibilità è molto bassa: il numero dei visitatori annuo è quasi sempre sotto le mille unità. http://wwwdisc.chimica.unipd.it/gianfranco.scorrano/pubblica/musei/Utility/CnS.pdf lingua: italiano