Pubblicazioni Storiche

Libri e altri scritti che segnano tappe importanti nella storia della Chimica


Tyrocinium Chymicum
Jean Bèguin, cIↄ  Iↄc LIX (1659)

Uno dei primi testi moderni di chimica, in cui sono riportate le prime equazioni chimiche. E’ un testo di Iatrochimica, che riporta le formule dei medicamenti.
https://books.google.it/books?id=1ek9JITDVIYC&printsec=frontcover&hl=it&source=gbs_book_other_versions_r&redir_esc=y#v=onepage&q&f=false https://archive.org/details/BIUSante_pharma_res011464/page/n23/mode/2up
lingua: latino


Ortus Medicinae
Jean Baptiste van Helmont , cIↄ  Iↄc XLVIII (1648)

Opera considerata importante nel processo di transizione tra l’alchimia e la chimica. Vi è attribuita la prima comparsa della parola “gas” in testi scientifici.
https://archive.org/details/BIUSante_pharma_011695x01/page/n9/mode/2up
https://books.google.it/books?id=80FMAAAAcAAJ&pg=PA31&lr=&num=20&hl=it&source=gbs_selected_pages&cad=3#v=onepage&q&f=false
lingua: latino


Philosophiae Naturalis Principia Mathematica
Sir Isaac Newton, 1687

Unanimemente considerato una delle più importanti opere del pensiero scientifico, in essa Newton enunciò le leggi della dinamica e la legge di gravitazione universale.
https://archive.org/details/philosophiaenatu00inew/page/n3/mode/2up
lingua: latino

Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo
Galileo Galilei, 1632

Dialogo si presenta, nonostante la lettera nicodemica (ovvero   l’apparente adeguarsi alle opinioni dominanti della propria epoca) iniziale, come una confutazione del sistema tolemaico-aristotelico a favore di un sistema copernicano, è un importante scritto filosofico all’interno di quella che sarà l’imminente rivoluzione scientifica, https://archive.org/details/bub_gb_IikMx4fMvi4C/page/n5/mode/2up
lingua: italiano

The Sceptical Chymist: or Chymico-Physical Doubts &Paradoxes
Robert Boyle, 1661

Nel testo, scritto sotto forma di dialogo, viene proposta l’ipotesi: la materia è formata da particelle in movimento e le collisioni provocano cambiamenti e trasformazioni. Boyle confuta con lavori sperimentali (metodo scientifico) l’ idea aristotelica dei quattro elementi (terra, aria, acqua e fuoco) e dei principi alchemici quali sale, mercurio e zolfo.
biografia https://www.britannica.com/biography/Robert-Boyle
biografia https://www.sciencehistory.org/historical-profile/robert-boyle
libro https://archive.org/details/scepticalchymis00BoylA
lingua: inglese

Pierre-Joseph Macquer e il primo Dizionario di Chimica, 1766

La comparsa del primo Dizionario di Chimica in senso moderno risale al 1766. Il suo autore fu Pierre-Joseph Macquer (1718-84), uno dei massimi chimici dell’epoca, un rappresentante eminente dell’illuminismo francese, che simboleggia  il problematico passaggio verso la nuova chimica di Lavoisier.
https://ilblogdellasci.wordpress.com/2022/04/20/pierre-joseph-macquer-e-il-primo-dizionario-di-chimica-1766/
lingua: inglese


Trattato Elementare di Chimica
Antoine Lavoisier, 1789

Il Trattato Elementare di Chimica venne pubblicato in Francia nel 1789 in 2 volumi, e successivamente tradotto in Italia nel 1791 in 4 tomi. Il testo può essere considerato come il primo libro moderno di chimica e Lavoisier come il fondatore della chimica moderna.
https://ia800405.us.archive.org/10/items/TraiteYeYleYment1Lavo/TraiteYeYleYment1Lavo.pdf
lingua: francese
archive.org/details/b28775119
ingua: italiano
https://books.google.it/books?id=Aep6_Rq7sowC&printsec=frontcover&hl=it&source=gbs_ge_summary_r&cad=0#v=onepage&q&f=false
lingua: francese italiano

Elementi di filosofia chimica 
Humphry Davy, 1814

Il trattato, diviso in 2 Volumi (costituiti rispettivamente da 3 e 4 Divisioni), è ricordato come fondamentale nella storia della chimica poiché in esso vengono sviluppati metodi elettrochimici (elettricità e pile simili a quella di Volta).
Volume 1 https://archive.org/details/bub_gb_LLjcYTzERjcC
Volume 2 https://archive.org/details/bub_gb_KorS8bhaET8C
lingua: italiano

New System of Chemical Philosophy
John Dalton, 1808

J. Dalton propose la teoria atomica della materia. Il trattato, definito “un nuovo sistema della filosofia chimica”, è diviso in due parti: la prima del 1808 e la seconda due anni dopo. Scritto in prima persona sotto forma di diario, vi sono contenuti tutti i ragionamenti effettuati da Dalton ed eventuali apprezzamenti dello stesso verso altri scienziati dell’epoca.
https://archive.org/details/newsystemofchemi01dalt/page/n5/mode/2up?ref=ol&view=theater
lingua: inglese

On the Electricity excited by the mere Contact of conducting Substances of different Kinds
Alessandro Volta, 1800 .

Lettera inviata da Volta a sir Joseph Banks per annunciargli la sua invenzione, la pila, importante fonte di corrente elettrica grazie alla conversione di energia chimica in energia elettrica. . L’invenzione della pila segna la nascita dell’Elettrochimica.
https://archive.org/details/onelectricitye9021800volt/page/n3/mode/2up
lingua: francese




Trattato di chimica
Jöns Jacob Berzelius, 1830

Il Trattato di chimica di J.J. Berzelius è un libro pubblicato e successivamente tradotto nel 1830 in 4 tomi, ciascuno diviso in due parti. Il trattato tradotto è stato pubblicato sia a Napoli che a Venezia da editori differenti.
A Berzelius va il merito di aver scoperto alcuni elementi chimici quali Cerio, Silicio, Selenio e Torio, di aver proposto i simboli degli elementi e le regole della nomenclatura ancora oggi usata.
Nel Tomo II, Chimica Organica, Berzelius scrive: “Per seguire l’ordine elettro-chimico, che è forse il solo conveniente nella esposizione della natura inorganica, benché sia il più difficile da applicarsi alla chimica organica, io partirò le materie vegetali in tre classi principali: corpi acidi, corpi basici e corpi indifferenti.”
Chimica Mineraria
Tomo 1 P 1 http://archive.org/details/b2933262x_0001/
Tomo 1 P 2
https://archive.org/details/b2933262x_0002/
Tomo 2 P 1
https://archive.org/details/b2933262x_0003/
Tomo 2 P 2
https://archive.org/details/b2933262x_0004/ Chimica Organica
Tomo 3 P 1
https://archive.org/details/b2933262x_0005/
Tomo 3 P 2 https://archive.org/details/b2933262x_0006/
Tomo 4 P 1
https://archive.org/details/b2933262x_0007/ Operazioni ed Apparati Chimici
Tomo 4 P 2
https://archive.org/details/b2933262x_0008/ lingua: italiano


Nomenclature Chimique
in Méthode de Nomenclature Chimique; Memoria letta da Lavoisier il 18 aprile 1787

Lavoisier espone criteri per definire i nomi in chimica: “le lingue non cercano solo di esprimere idee e immagini mediante segni, ma sono anche sistemi analitici per mezzo dei quali avanziamo da ciò che è conosciuto verso ciò che è sconosciuto…”. Continua con l’esempio dell’algebra creata come metodo rapido, efficace e corretto per risolvere problemi complessi”.
https://books.google.it/books?id=0MMPAAAAQAAJ&printsec=frontcover&hl=it&source=gbs_ge_summary_r&cad=0#v=onepage&q&f=false
lingua: francese



Il Principio di Avogadro, 1811

Amedeo Avogadro (1776–1856) pubblicò il suo storico Principio, da lui chiamato semplicemente Ipotesi, in Journal de Physique 73, 58-76 (1811).
L’articolo è in francese. Il titolo in italiano suona come Saggio su un modo per determinare le masse relative delle molecole elementari dei corpi e le proporzioni con cui sono presenti in questi composti.
Il link è a una traduzione in inglese del lavoro di Avogadro.
https://web.lemoyne.edu/giunta/avogadro.html
lingua: inglese


Trattato di Chimica Elementare Teorica e Pratica
Louis Jacques Thénard, 1835

Edizione italiana. Nella prefazione si sottolinea lo sviluppo rapido della chimica: “Dopo l’ultima edizione di quest’opera, la chimica si è arricchita di un gran numero di osservazioni. Si scopersero nuovi corpi; si studiarono meglio molti dei conosciuti; si fecero numerose analisi; si perfezionarono delle teorie, e la chimica organica specialmente ha fatto rimarchevoli progressi”.
https://archive.org/details/b29325705_0002/page/n3/mode/2up
lingua: italiano


Sunto di un corso di Filosofia Chimica
Stanislao Cannizzaro, 1858

“Io credo che i progressi della scienza, fatti in questi ultimi anni, abbiano confermato l’ipotesi di Avogadro, di Ampère e di Dumas sulla simile costituzione dei corpi allo stato aeriforme, cioè che i volumi eguali di essi, siano semplici, siano composti, contengono l’egual numero di molecole; non però l’egual numero di atomi, potendo le molecole dei vari corpi o quelle dello stesso corpo nei vari suoi stati, contenere un vario numero di atomi, sia della medesima natura, sia di natura diversa.”
http://liberliber.it/online/autori/autori-c/stanislao-cannizzaro/sunto-di-un-corso-di-filosofia-chimica
lingua: italiano

Lettera del Professor Stanislao Cannizzaro
Lettera del Professor Stanislao Cannizzaro al Professor S. De Luca: Schema di un Corso di Filosofia Chimica dato presso la Reale Università di Genova
Il Nuovo Cimento, vol. vii. (1858), pagg. 321-366 
https://www.chemteam.info/Chem-History/Cannizzaro.html
lingua: inglese



Congresso internazionale dei chimici a Karlsruhe, 1860
Resoconto del Congresso internazionale dei chimici, Karlsruhe, 3-5 settembre 1860. Originariamente pubblicato in tedesco in Richard Anschütz, August Kekulé, 2 voll. (Berlin: Verlag Chemie, 1929) come Appendice VIII (pp. 671-88 del vol. 1)
http://publications.iupac.org/publications/ci/2010/3206/4_monnich.html
http://web.lemoyne.edu/~GIUNTA/karlsruhe.html
lingua: inglese



Sull’equilibrio delle sostanze eterogenee
Josiah Willard Gibbs – On the equilibrium of heterogeneus substances (1876)

Un testo fondamentale per lo sviluppo della Chimica fisica. “Qui è applicata la termodinamica per interpretare i fenomeni chimico-fisici, spiegando e mostrando la correlazione di quelli che erano conosciuti solamente come fatti inspiegabili isolati. Include concetti quali quelli di potenziale chimico, energia libera, insieme statistico e la regola delle fasi. Vengono inoltre discusse le particolari condizioni di equilibrio considerando la presenza di differenti stati della materia, di forze gravitazionali, di tensioni nei solidi, della tensione superficiale e delle forze elettriche”.
I parte https://archive.org/details/Onequilibriumhe00Gibb/page/n1/mode/2up
II parte https://archive.org/details/Onequilibriumhe00GibbA/page/n1/mode/2up
lingua: inglese

Il Principio di Le Chatelier, 1884

Henri Louis Le Chatelier (1850-1936) pubblicò il suo famoso Principio in Comptes rendus, 99: 786-789 (1884), in un articolo il cui titolo può essere tradotto come Un’affermazione generale sulle leggi dell’equilibrio chimico.I link qui riportati contengono una presentazione e la traduzione in inglese del lavoro.
http://www.rod.beavon.org.uk/equilib2.htm https://web.lemoyne.edu/giunta/lechat.html
lingua: inglese



La struttura dell’atomo di Bohr, 1921

In questa lettera a Nature, del 24 marzo 1921, Niels Bohr (1885 – 1962) descrive le caratteristiche del suo modello di struttura atomica, conosciuto come L’Atomo di Bohr. Presenta solo i concetti generali, rimandando a pubblicazioni specifiche per i dettagli fisici e matematici del suo modello.
https://www.chemteam.info/Chem-History/Bohr-Nature-1921.html
lingua: inglese